Quale architettura nella nuvola?

Dopo aver scelto da quale applicazione partire si deve procede con la scelta di come ed attraverso quale infrastruttura Cloud intraprendere il progetto.

La prima e fondamentale scelta, che rappresenta un bivio che condizionerà le scelte future è il seguente :

Pubblico o Privato ?

Esistono due visioni diverse di Cloud computing condizionate dalla seguente scelta:

  • Costruirsi da soli il proprio Cloud con i relativi costi di costruzione e mantenimento (Privato)
  • Utilizzare una soluzione professionale offerta da una società specializzata (Pubblico).

Ovviamente i vantaggi della soluzione privata sono la gestione autonoma di tutta l’infrastruttura, ma per contro ci si deve gestire da soli anche tutti i costi che questa comporta (hardware, maintenance, licenze, ecc), e per la maggior parte delle esigenze una scelta di questo tipo risulterebbe sovradimensionata.

In futuro parleremo anche di soluzioni di Cloud privato,poichè esistono delle ottime soluzioni (manco a dirlo) open source, ma per le nostre aziende crediamo che la migliore scelta per costo, livello di servizio e sicurezza sia il Public Cloud .

Tra le migliori piattaforme di Cloud pubblico che sono sul mercato possiamo segnalare:

AWS Amazon : il capostipite delle infrastrutture di questo tipo, il primo ad uscire sul mercato con questa offerta ed oggi leader nell’offrire soluzioni all’avanguardia nel settore.

vmwareVMware, Leader nei sistemi di virtualizzazione, sta introducendo sia formule di Cloud pubblico, che privato, ma soprattutto IBRIDO. Se non siete sicuri di quale delle due scelte di fondo sia la vostra strada VMware può fare al caso vostro.

Anche nel nostro paese c’è chi crede in questo modello di business e offre servizi di Cloud alle aziende, è il caso di Wind che propone questo interessante prodotto.

 

 

Un pensiero su “Quale architettura nella nuvola?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *