NFC e possibili applicazioni

Oggi parleremo dei TAG NFC e delle possibili applicazioni d’uso.

NFC  (Near Field Comunication) non è altro che una tecnologia basata su wireless di corto raggio e bidirezionale.

Questo vuol dire che i dispositivi dotati di NFC, se avvicinati tra loro, riescono a creare una rete peer-to-peer in modo da scambiare bidirezionalmente le informazioni.

Uno dei tanti modi per utilizzare questa tecnologia si basa sui tag NFC. I tag NFC non sono altro che delle etichette con un chip capace di leggere e scrivere con tecnologia NFC.

TAG NFC

Su questi tag, che contengono pochi KB di dati,  è possibile scrivere e leggere informazioni come:

  • biglietti da visita
  • indirizzi web
  • semplice testo
  • mappe
  • inviare email

inoltre, grazie ad alcune particolari applicazioni, è possibile registrare una serie di attività in modo tale da farle eseguire una volta che avviciniamo un device vicino il tag.

E’ quindi possibile mettere un tag in auto ed ogni volta che si avvicina un device, in automatico si accende il bluetooth e la mappa per la destinazione che desideriamo.

Oppure possiamo far eseguire automaticamente applicazioni come il player per la musica o per i video, è possibile impostare la sveglia ecc…

Un’altro importante campo di applicazione è la tracciabilità dei prodotti.

Il nostro team ha sviluppato l’applicazione android trackBPM che è capace di leggere lo stato e le informazioni generali sugli item grazie ai tag NFC applicati su di essi. Abbiamo utilizzato questa applicazione per:

  • digitalizzare documenti, applicando un tag NFC per ogni documento prodotto è possibile conoscere lo stato e di cosa si tratta direttamente su device
  • tracciare i prodotti in un magazzino, applicando un tag NFC per ogni item, è possibile conoscere in ogni momento lo stato dei prodotti ubicati
  • visualizzare maggiori informazioni per ogni articolo esposto (in ambito retail) accedendo direttamente a video o immagini una volta che il device si avvicina all’oggetto desiderato.

Grazie a questa tecnologia gli oggetti possono essere accompagnati anche da informazioni di tipo digitale.

TrackBPM: esempio di utilizzo su un workflow di ciclo attivo

Con questo esempio vogliamo mostrarvi l’estrema flessibilità del sistema trackBPM.

Vogliamo rappresentare sul configuratore di processo il seguente diagramma:

Docs Workflow

dopo aver creato stati, transazioni e condizioni di avanzamento, passiamo subito alla parte operativa del flusso di ciclo attivo.

  • il cliente ci richiede un preventivo. David Brown con ruolo “Sales Office” prepara il preventivo, lo spedisce al cliente ed avanza il processo in “QuotationsalesOfficeReq
  • Lara Clarke con ruolo “Office” prepara l’ordine per il cliente dopo che quest’ ultimo ha accettato il preventivo. Avanza poi il processo in “Customer OrdercustomerOrder

 

  • Mario Rossi inizia a lavorare sul progetto richiesto dal cliente ed avanza il processo in “In production
  • Quando finisce, Lara Clarke avanza ancora il processo per metterlo in stato “invoice” dopo che la fattura è stata spedita.

Ora arriva la parte più interessante. TrackBPM può essere applicato su qualsiasi item in modo da avere tutte le informazioni necessarie direttamente sul dispositivo mobile.

In questo caso possiamo creare un tag NFC ed applicarlo su ogni singolo (o solo su uno) documento creato (fattura, ordine o preventivo).

Questo ci permetterà di leggere tutte le informazioni del documento (tramite tag NFC) conservato in formato cartaceo.

Un ottima combinazione di informazioni analogiche e digitali.

Se un giorno volessi prendere dall’archivio l’ordine in questione. Basta passare il cellulare sopra l’etichetta ed otteniamo questo risultato:

(ID Item è l’ID letto dal tag NFC che identifica il flusso del documento)

historyTrackBPM infoTrackBPM

 

Storia degli avvenimenti sul documento scansionato.

 

 

 

 

 

Informazioni generali sul documento; compreso lo stato finale e una piccola descrizione