Overload informativo e nuove tecnologie

Le nuove tecnologie, se ben integrate all’interno di un contesto aziendale, permettono un efficientamento dei flussi lavorativi ed un conseguente miglioramento delle performance su diversi KPI.

L’insieme dei sensori, degli attuatori, degli algoritmi per elaborazione dati, delle analisi e della creatività con i quali queste tecnologie interagiscono possono ridurre sensibilmente i costi dovuti a sprechi durante i processi aziendali e possono migliorare i tempi di processo.

La vera sfida è sfruttare le tecnologie esistenti in maniera intelligente evitando in tutti i modi l’overload informativo. Ovvero, avere più dati di quanti l’organizzazione sia capace di elaborare per trarne vantaggio.

L’eccesso informativo può essere infatti controproducente se non si riesce a gestire. L’impiego delle ultime tecnologie (capaci di generare dati in qualsiasi momento) e l’abbondanza dei dati aziendali richiedono l’impiego di avanzati sistemi di analisi.

I dati di per se, presi singolarmente, possono non essere significativi.

Per generare informazione “utile”, i dati devono essere associati tra loro in maniera intelligente e secondo alcune regole che determinano i contesti sui quali vengono analizzati (ad esempio, il dato “nome di una persona” se viene associata al dato “cliente” ci fornisce l’informazione che quella persona è un cliente. Oppure, se prendiamo il dato temperatura “T0” ed il dato “macchinaA” allora abbiamo l’informazione che la macchinaA ha una temperatura T0).

Prima di iniziare nuovi progetti informatici bisognerebbe anzitutto capire quali sono le reali esigenze aziendali. Fare uno studio dei processi e definire i KPI sui quali intervenire per avere miglioramenti sia nel breve che nel medio periodo.

Dopo di che, definire le tecnologie da adottare che supportino il raggiungimento degli obiettivi cercando di affidarsi a soluzioni più avanzate che hanno la caratteristica di interagire facilmente ed a bassi costi con sistemi eterogenei.

Da tenere in considerazione che uno dei fattori più critici delle tecnologie “passate” era la difficoltà di interagire con i sistemi eterogenei. Per fare integrazione tra diversi sistemi erano necessarie ore di analisi, sviluppo e di costante monitoraggio dei dati. Oggi, grazie all’impiego di standard affidabili e poco costosi di comunicazione, è possibile integrare i diversi sistemi in poco tempo e con limitati sviluppi.   

Sperando di avervi dato altri spunti per vostri futuri progetti, se avete bisogno di altre informazioni, potete contattarci o scrivere commenti.

Analizza i tuoi processi aziendali

Vogliamo riproporre a tutti i nostri utenti un test semplicissimo e molto intuitivo su come analizzare i propri processi aziendali.

Il funzionamento è semplice; basta scegliere un processo aziendale,  compilare i campi indicati e rispondere alle domande del quiz.

Alla fine l’applicazione rilascerà un report di analisi del processo valutato.

Il servizio è completamente gratuito. InformaticaGestionale.it non conserverà i dati inseriti e non sarà necessaria alcuna registrazione. Tutte le informazioni inserite servono solo per potervi fornire un buon risultato.

Vuoi affrontare o valutare un nuovo progetto informatico per la tua azienda o attività senza correre rischi? consulta questo sito oppure prova a contattarci.

Diagramly : un programma gratuito per fare grafici “in the Cloud”

Quanto volte vi sarà capitato di dover fare un diagramma di flusso, uno schema architetturale ed avete provato ad arrangiarvi con Word o Powerpoint…

La tecnologia nella “nuvola”  ci viene in aiuto anche in questa occasione con un ottimo prodotto completamente gratuito : Diagramly

Vediamo Come si USA:

  1. Cliccando il LINK il programma si aprirà in una nuova finestra
  2. Ci si trova subito davanti ad un breve Tutorial che ne sintetizza alcuni utilizzi :
  3. Una volta visualizzate le informazioni ci si può subito utilizzare il programma vero e proprio, che ha un aspetto simile a quello di un word processor dove:
  • In alto ci sono tutte le opzioni di formato e le modalità di stampa.
  • A sinistra tutti i gruppi di diagrammi che è possibile disegnare. La lista è decisamente completa, si va da quelli generali come quadrati, triangoli, ecc a clip art di stampo finanziario fino ad arrivare addirittura a diagrammi elettronici.
  • Al centro invece c’è la vera e propria aera di disegno, dove si possono trascinare dal menù a sinistra i vari oggetti e ridimensionarli e modificarli a piacere. Anche il tasto destro del mouse funziona correttamente, e le funzionalità sono davvero molto potenti. Interessante è la possibilità di creare delle connessioni che si adattano anche quando gli oggetti connessi vengono spostati.

Diagramly non è che uno dei tantissimi strumenti software che possono essere erogati in modalità Cloud, senza passare da installazioni, compatibilità, e licenze, si arriva dritti a ciò che realmente interessa : L’UTILIZZO.

L’informatizzazione aziendale nasce dallo studio dei processi

Durante la mi esperienza lavorativa mi è capitato diverse volte di avere a che fare con strutture aziendali (anche PMI) abbastanza complesse e poco organizzate.

Per iniziare un processo di informatizzazione in un’azienda è necessario prima di tutto studiare bene i propri processi operativi e direzionali; dopo di che si può procedere con una reingegnerizzazione dei flussi di lavoro.

Continua a leggere L’informatizzazione aziendale nasce dallo studio dei processi

Massima flessibilità di configurazione dei processi aziendali

Ipotizziamo che il processo di vendita da noi configurato sul paragrafo Come configurare un processo aziendale con un ERP dovrà subire, per esigenze di mercato, dei cambiamenti. In che modo il sistema gestionale si adatterà ai cambiamenti?
Nella maggior parte dei casi il cambiamento sul gestionale avviene in maniera molto lenta, costosa ed alcune volte saranno i processi operativi aziendali a doversi adattare al sistema per essere supportati.
Vi mostriamo come con il “configuratore di processo” verranno rispettate:

  • Massima velocità di adattamento del sistema
  • costi bassi di configurazione, visto che nella maggior parte dei casi vengono gestite a livello utente
  • modifiche a caldo sui processi operativi

Supponiamo che il processo di vendita  da noi configurato subirà una modifica tale per cui dallo stato “preparazione ordine”  il processo dovrà necessariamente andare in “approvazione ordine” da parte del responsabile acquisti.
L’approvazione sarà eseguita manualmente ma il sistema deve bloccare l’approvazione qualora la quantità del prodotto risulta essere maggiore di 5. Dopo l’approvazione allora il processo può essere inserito sul documento di vendita.
Il flusso sarà strutturato in questo modo (in rosso le modifiche dal processo iniziale):

continua la lettura con l’articolo successivo per la guida pratica.