Industria 4.0: Nodered + BPM + IdempiereERP + FlowItems

 

 

InformaticaGestionale.it ha trovato per voi una soluzione completamente opensource per la gestione dell’IIOT (industrial Internet Of Things). Una soluzione per la quale è possibile richiedere anche i super incentivi messi a disposizione dal governo.

Questa soluzione è l’insieme di diverse tecnologie open source riconosciute a livello internazionale:

IdempiereERP: classico ERP per la gestione di diverse aree aziendali in maniera centralizzata (centralizzazione ed ottimizzazione delle informazioni aziendali; dai dati di amministrazione, fino alla gesitone dei materiali ecc…)

IdempiereBPM: è un plugin installato sull’ERP Idempiere per la gestione dei flussi operativi, direttivi e strategici aziendali. E’ possibile assegnare una sequenza di stati a qualsiasi cosa o informazione.

NodeRed: è il prodotto opensource che permette l’integrazione degli “oggetti” industriali al nostro ERP. Sfruttando il plugin IdempiereBPM è possibile assegnare un flusso di stati (con le condizioni di avanzamento) direttamente sugli oggetti (macchine industriali o asset aziendali)

FlowItems: è un’applicazione web-oriented per smartphone che rende più agevole l’accesso alle informazioni direttamente sugli “oggetti” aziendali attraverso NFC o QRCode.

grazie a questa soluzione i campi di applicazione possono essere di vario tipo: gestione dei beni aziendali, gestione delle macchine industriali, gestione di qualsiasi oggetto fisico che produce costi e ricavi per l’azienda, gestione stati di avanzamento, gestione dello storico di avanzamento ecc…

per chi volesse approfondire

CONTACTS

 

Idempiere IOT: Esempio di digitalizzazione delle cartelle per studi professionali

La piattaforma che vi faremo vedere permette di virtualizzare (digitalizzare) cartelle cartacee per studi legali, commercialisti, cliniche, architettura ecc.

Ecco l’elenco delle principali funzionalità:

  • Anagrafica: Creazione di una cartella virtuale
    • inserimento anagrafica cliente,
    • prodotto
    • assegnazione della cartella ad un utente/dipendente dello studio
    • prezzo della prestazione
    • data prossimo incontro (es. incontro con l’avvocato o visita ambulatoriale o visita appartamento nel caso di uno studio di architettura…)
    • data prossima scadenza (es. udienza, esame clinico…)
    • inserimento di qualsiasi tipo di allegato
  • Stampa ed assegnazione del QRCode
    • il QRCode viene fornito direttamente dalla cartella virtuale. Sarà quindi possibile attaccare il QRCode al faldone cartaceo in modo da prelevare le informazioni attraverso uno smartphone
  • Flusso di stati: di default il sistema presenta 3 stati (accettazione, in progress e completo). Questo flusso è possibile personalizzarlo in modo che si adatti meglio alle proprie esigenze. Per ogni transazione devono essere soddisfatte alcune condizioni già preimpostate (come ad esempio l’inserimento dell’anagrafica cliente)
  • Analisi: nella dashboard iniziale il sistema presenta i giorni mancanti alla data del prossimo appuntamento, la conta dei faldoni virtuali per ogni stato, a chi sono assegnati i faldoni ed il prezzo totale guadagnato.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.interofthings.com

 

NFC e gestione aziendale

Con questo articolo spiegheremo come è possibile integrare la tecnologia NFC a supporto dei processi aziendali.

esempio TAG NFC
esempio TAG NFC

Anzitutto, per chi ancora non lo sapesse, buona parte dei nuovi smartphone sono dotati di dispositivo NFC, sia per la lettura che per la scrittura.

I chip NFC possono essere fatti  per qualsiasi esigenza: adesivi, spille, incorporati all’interno di un prodotto, ciondolo… il costo è relativamente molto basso se pensiamo che su questi chip permettono anche la riprogrammazione per un ulteriore utilizzo.

Su questi chip è possibile memorizzare alcune informazioni (testuali) tramite app come NFC Tool che verranno interpretati automaticamente dai lettori. Ad esempio, è possibile programmare numeri telefonici. In questo caso il lettore, quando si avvicina al tag, propone all’utente la chiamata diretta al numero rpogrq

E’ possibile, quindi, sfruttare tale tecnologia per esigenze aziendali?

la risposta è sì ed ad un prezzo relativamente basso.

elenchiamo i casi d’uso:

  • semplici biglietti da visita: i classici biglietti da visita possono integrare la tecnologia NFC in modo da rendere automatico il trasferimento dei contatti all’interno della rubrica telefonica. Il tutto semplicemente accostando lo smartphone al biglietto.
  • tracciabilità dei prodotti: oramai esistono differenti app che permettono la tracciabilità dei prodotti utilizzando i tag NFC. E’ possibile tracciare un prodotto durante tutto il suo ciclo di vita migliorando anche la supply chain. Vi rimandiamo ad un nostro vecchio articolo. http://www.informaticagestionale.it/index.php/2014/12/trackbpm-nuova-tecnologia-per-la-tracciabilita-dei-prodotti-adatto-per-qualsiasi-flusso-aziendale-e-per-qualsiasi-item/
  • inventario di magazzino: è possibile, con l’ausilio di un server centralizzato, mantenere l’inventario dei cespiti e articoli di proprietà semplicemente “attaccando” i tag NFC (in forma etichetta) su ogni singolo articolo aziendale. In questo modo chiunque potrebbe avere informazioni sul bene aziendale che si sta utilizzando. Dal valore attuale, all’ammortamento ed altri dati correlati (leasing, tempo di scadenza, garanzia, fornitore).

Tutto questo fa sì che NFC sia una tecnologia di basso costo ed alla portata di tutte le aziende più o meno informatizzate.

 

NFC e possibili applicazioni

Oggi parleremo dei TAG NFC e delle possibili applicazioni d’uso.

NFC  (Near Field Comunication) non è altro che una tecnologia basata su wireless di corto raggio e bidirezionale.

Questo vuol dire che i dispositivi dotati di NFC, se avvicinati tra loro, riescono a creare una rete peer-to-peer in modo da scambiare bidirezionalmente le informazioni.

Uno dei tanti modi per utilizzare questa tecnologia si basa sui tag NFC. I tag NFC non sono altro che delle etichette con un chip capace di leggere e scrivere con tecnologia NFC.

TAG NFC

Su questi tag, che contengono pochi KB di dati,  è possibile scrivere e leggere informazioni come:

  • biglietti da visita
  • indirizzi web
  • semplice testo
  • mappe
  • inviare email

inoltre, grazie ad alcune particolari applicazioni, è possibile registrare una serie di attività in modo tale da farle eseguire una volta che avviciniamo un device vicino il tag.

E’ quindi possibile mettere un tag in auto ed ogni volta che si avvicina un device, in automatico si accende il bluetooth e la mappa per la destinazione che desideriamo.

Oppure possiamo far eseguire automaticamente applicazioni come il player per la musica o per i video, è possibile impostare la sveglia ecc…

Un’altro importante campo di applicazione è la tracciabilità dei prodotti.

Il nostro team ha sviluppato l’applicazione android trackBPM che è capace di leggere lo stato e le informazioni generali sugli item grazie ai tag NFC applicati su di essi. Abbiamo utilizzato questa applicazione per:

  • digitalizzare documenti, applicando un tag NFC per ogni documento prodotto è possibile conoscere lo stato e di cosa si tratta direttamente su device
  • tracciare i prodotti in un magazzino, applicando un tag NFC per ogni item, è possibile conoscere in ogni momento lo stato dei prodotti ubicati
  • visualizzare maggiori informazioni per ogni articolo esposto (in ambito retail) accedendo direttamente a video o immagini una volta che il device si avvicina all’oggetto desiderato.

Grazie a questa tecnologia gli oggetti possono essere accompagnati anche da informazioni di tipo digitale.